HOME PAGE  >  CATALOGO | saggistica  >  Bianco, rosa e verde

  

Roberto Curci – Gabriella Ziani

Bianco rosa verde
Scrittrici a Trieste tra '800 e '900


Svevo, Saba, Giotti, Slataper, Stuparich: ma non solo. La letteratura triestina, tanto indagata (e mitizzata), ha una parte sommersa della quale ben poco si conosce. Ne sono protagoniste le donne: narratrici, poetesse, giornaliste, erudite, poligrafe. 
Ciò che contraddistingue la loro scrittura è il costante rapporto con una realtà anomala, di cui essa diviene lo specchio: la Trieste dell'irredentismo, del tormentato confronto con altre etnie, dell'italianità da difendere a tutti i costi; e ancora, la Trieste martoriata della Grande Guerra, quella della "redenzione", poi quella del "consenso" e, nuovamente, di un'esasperata tutela dell'identità nazionale.
Recuperare questo mondo dimenticato e sorprendente significa anche ripercorrere un secolo cruciale e ritrovare la "microstoria" di tante vite vissute: la passione per lo spiritismo di Nella Doria Cambon, la frizzante personalità di Elda Gianelli, il successo giornalistico (e l'infelicità privata) di Haydée, lo "strano caso" di Erminia Bazzochi, autrice di crudeli feuilleton anticlericali, la fluviale produzione rosa di Willy Dias (e il suo impegno nel Partito comunista), la straziante esperienza di Pia RImini, morta ad Auschwitz, la raffinata ricerca stilistica di Delia Benco. 
Fino all'ultimo salotto:quello di Anita Pittoni, artista, scrittrice, editrice e paladinadelle "terre giulie".
   

Roberto Curci, triestino, giornalista e scrittore. Ha pubblicato ocn Lint Marcello Dudovich cartellonista, La dolcissima effigie. Manifesti italiani dell'opera lirica, con Gianni Gori, e Bianco rosa e verde. Scrittrici a Trieste fra '800 e '900, con Gabriella Ziani.   

Gabriella Ziani, giornalista, è redattrice del quotidiano "Il Piccolo" di Trieste. 






INFORMAZIONI

> 488 pagine
cartonato con sovracop.
illustrato
17x24 cm


ISBN 978-88-86179-09-6
24,50 euro