HOME PAGE  >  CATALOGO | montagna  >  C’è una donna che sappia la strada?

  

Daniela Durissini

C’è una donna 
che sappia la strada?
Alpinismo esplorativo femminile in Carnia e Friuli


«Ma quale fu la nostra sorpresa quando la mattina ci vedemmo comparire davanti una mezza dozzina di portatori con una gerla fenomenale e... tutti in gonnella» (Tita Piaz, Mezzo secolo d'alpinismo, 1948)

Daniela Durissini, storico e appassionata di montagna, analizza in queste gli esordi dell'alpinismo femminile in Friuli Venezia Giulia e nelle zone circostanti.
Si propone così di colmare un vuoto, restituendo alle donne che per prime salirono i difficili monti della Carnia e delle Giulie il ruolo che spetta loro all'interno della storia dell'alpinismo, da cui troppo spesso sono rimaste estromesse.
Ritroviamo qui le figure delle prime alpiniste cittadine, ma anche le storie delle portatrici, che furono indispensabili compagne e spesso guide di coloro che esplorarono la parte più orientale dell'arco alpino. 


Daniela Durissini, storico, si occupa da anni di escursionismo e storia del territorio. Per Lint ha pubblicato fra l’altro Guida al Carso nord-occidentale e alle Selve di Tarnova e Piro (1993), Itinerari del Carso sloveno (1999), Valli del Torre e del Natisone (2002), I sentieri del Carso triestino (2009), tutti scritti con Carlo Nicotra. Sulla storia dell'alpinismo femminile nelle Alpi Orientali, sempre con Lint ha pubblicato anche Montagne per passione (2003).






INFORMAZIONI

> 128 pagine
brossura 
illustrato b/n
17x24 cm


ISBN 978-88-8190-107-4
15,00 euro