Fabio Cusin

Il confine orientale d'Italia
nella politica europea del XIV e XV secolo


L'opera di un grande storico triestino del Novecento, dedicata a una tematica per molto tempo poco indagata dalla storiografia italiana.
La riproposizione di uno studio ormai classico, prezioso per la conoscenza della storia giuliana e carniolina, cioè dei domini della Casa d'Austria nei secoli XIV e XV. 
Con un saggio introduttivo di Giulio Cervani, "La storia d'Italia e il concetto del confine orientale nel pensiero di Fabio Cusin". 


Fabio Cusin (Trieste 1904-1955), è stato uno dei più importanti storici triestini attivi nella prima metà del Novecento. Laureatosi all'Università di Firenze in Economia politica e profondamente antifascista, studiò in particolare la storia triestina. Giornalista e attivista politico su posizioni indipendentiste, dopo una breve militanza nel Partito d'Azione, sostenne il progetto del Territorio Libero di Trieste. Il corposo saggio Il confine orientale d'Italia è apparso per la prima volta nel 1937.  






INFORMAZIONI

> 612 pagine
brossura
illustrato b/n
17x24 cm

Saggio introduttivo: Giulio Cervani

31,00 euro