HOME PAGE  >  CATALOGO | narrativa  >  Il triestino James Joyce Francescoli

  

Guido Jalil

Il triestino James 
Joyce Francescoli


Anni '40: il triestino James Joyce Francescoli, in fuga dal vecchio mondo in guerra, sbarca a due passi da Macondo e vaga tra sirene, musicanti, puttane, guerriglieri e pescecani della Compagnia Bananiera senza riuscire a dimenticare l'Europa e la sua bionda, algida Danielle.
Ossessionato dai suoi fantasmi, si ubriaca di musica e avventure. In questo nuovo mondo senza tempo, dove solo i sogni hanno senso, James Joyce incontrerà il suo ultimo Ulisse e scoprirà che ogni amore vero ritorna.
In un romanzo dove anche le parole sudano, vibrano di colore e musica, Guido Jalil narra l'eterna storia di chi si porta addosso il peso del mondo.


Guido Jalil, di origini libanesi, è nato a Borbon, in Ecuador, nel 1937. Con Il triestino James Joyce Francescoli, vincitore nel 1992 del premio della Biennale del Romanzo ecuadoriano, ha acquisito notorietà di scrittore in tutta l'America latina. Questo è il suo primo romanzo tradotto in italiano. 






INFORMAZIONI

> 160 pagine
brossura
14x20,5 cm


ISBN 978-88-86179-82-9
12,00 euro