Gianni Pinguentini

Onesta gente di mare 


Quindici racconti di mare, avventurosi ed eleganti, di un borghese vagabondo, colto, spiritoso e appassionato. 

«Sotto il profilo squisitamente narrativo i racconti di mare sono tra gli scritti più efficaci prodotti da Pinguentini. L’attenzione al dettaglio, lo spessore culturale che sottende ogni narrazione, il sottile humor e una scrittura fluida, elegante ma non ricercata danno a questi racconti il crisma della buona letteratura di viaggio. 
Ecco, forse questa è la definizione più giusta per indicare personaggi come Gianni Pinguentini: eclettici, inquieti, animati da interessi variegati e vagamente ossessivi, tesi a esplorare la realtà ma in modo non invasivo, legati a valori un po’ desueti e perciò incapaci di portare fino in fondo l’azione dirompente di un pensiero. Personaggi innamorati della vita, affascinati dalla molteplicità del mondo e attenti al dettaglio, talvolta a sfumature superflue, portati a considerare le cose con passione e al tempo stesso con ironico distacco. Borghesi vagabondi, appunto.» (dalla Prefazione di Pietro Spirito)


Gianni Pinguentini (Trieste 1892-1974) ha pubblicato, fra l’altro Il dizionario storico etimologico fraseologico del dialetto triestino (1954), James Joyce in Italia (1963), Spiccioli di triestinità (1973, rist. 2000).






INFORMAZIONI

> 128 pagine
brossura
illustrato b/n
12x17 cm


ISBN 978-88-8190-172-2
11,50 euro