HOME PAGE  >  CATALOGO | narrativa  >  La via per Trieste

  

Angelo Piero Pasino

La via per Trieste
Da Villa Hanbury a Miramare


«Non si ricordano i giorni, – scrive Cesare Pavese ne Il mestiere di vivere – si ricordano gli attimi.» Succede quando ci si volta indietro a considerare la propria vita, succede anche quando si cerca di raccontarla,sul filo della memoria, attraverso le pagine di un libro. 

Procedono così, per schizzi veloci e precisi, i ricordi di Angelo Pasino: dall’infanzia spensierata nella cittadina di Mentone agli anni dello sfollamento, dopo il 1943, nelle campagne del Monferrato, dalla giovinezza a Diano Marina fino all’approdo con la famiglia a Trieste, dove da oltre cinquant’anni vive e lavora esercitando la professione di avvocato. 

La via per Trieste è un taccuino autobiografico, disseminato di esperienze personali e popolato dei volti delle tante persone incontrate, ma anche un’occasione per delineare – con occhio attento, e sempre un velo di ironia – il carattere e le atmosfere dei luoghi vissuti, la loro storia, le bellezze, le curiosità.  



Angelo Piero Pasino
, avvocato, di famiglia piemontese e di madre lombarda; ha vissuto prima a Genova, poi sulla Costa Azzurra a Mentone e sulla Riviera dei Fiori a Diano Marina; e ancora ad Asti, Massa Carrara, Torino e Trieste, dove tuttora vive e lavora. È autore dei libri Il vecchio cancello (Ibiskos Ed. Risolo, 2012), I racconti del Chiossetto (Abelbooks, 2012) e Le storie del Chiossetto (Prospettiva editrice, 2012).





INFORMAZIONI

> 240 pagine
brossura con alette
12,5x18 cm


ISBN 978-88-8190-297-2
15,00 euro